Home sweet home

Sentirsi a casa è uno stato d’animo che ha poco a che vedere con la geografia e non sempre è legata al concetto fisico di casa. Dopo qualche giorno a Delhi, nel quartiere paharganji, ed un giro veloce per la città, ho percepito la sensazione di essere un turista li. Certo sono un turista in India, lo dice soprattutto il colore della mia pelle, ma la mia sensazione non dipende solo da come ti trattano gli altri, ma dalla vibrazione che il luogo ha con la propria anima. Ricordo la vibrazione di Amritsar, del Taj mahal ad Agra, e di jasailmer, ma più di tutte quella di Varanasi, posti dove mi sono sentito accolto ,dove la mia anima si sentiva bene.

Per questo motivo, ansioso di ritrovare quella vibrazione, dopo solo 2 giorni sono andato via da Delhi.
Appena arrivato in Varanasi ho subito sentito un altra vibrazione e quando ho raggiunto mia guest house la sensazione è diventata concreta esperienza di accoglienza. Prima saraj e poi suo fratello Raj mi hanno accolto come un vecchio amico, siamo rimasti a chiacchierare almeno 2 ore nelle quali il chai scorre a fiumi, prima che mi dessero la mia camera. Già, la mia camera, quella che avevo 2 anni fa è ancora come l’avevo lasciata, credo di riconoscere perfino le stesse macchie sulle stesse lenzuola!! Ho ritrovato anche il doctor Umesh, subito mi ha accolto un po freddamente, ma quando sono ripassato davanti al suo ufficio mi ha chiamato, dicendomi che doveva dirmi una cosa importante. Una chiacchierata davvero illuminante, il suo è un lavoro difficile, e molta gente è invidiosa di lui, del suo rapporto con i turisti, mi consiglia di non dare troppa enfasi al nostro rapporto con gli altri, di “giocare” con gli altri nel ruolo che vedono : quello del turista. Mi dice anche che mi vede scarico, stanco.. è vero, quindi di tornare da lui tra qualche giorno, senza fretta. Vorrei dirgli un sacco di cose, riesco solo a dirgli che io sono qui a Varanasi per lui e per Ganga, lui mi conferma che ha sentito un link tra noi, che mi vuole collegare anche con altre persone, ma tutto a suo tempo, ora vai a “giocare un po”. Il giorno dopo dormo fino alle 2 del pomeriggio, poi faccio una “colazione” ed inizio le mie lezioni di hindi con Saraj. La sera mi lascio portare a vedere la cerimonia sul fiume, la ganga-puja. È tutto molto ipnotizzante, la tranquillità del fiume, la solennità dei gesti, la semplicità del rito e la grande fiducia delle persone in questo rituale.

Subito dopo cena mi corico e dormo qualche ora, ma all’una mi risveglio: non ho più sonno e mi abbandono a pensieri, leggo, scrivo, faccio meditazione, passo insomma tutta la notte a studiare, e Shiva mi regala un nuovo mantra.
Mentre continuo a leggere “Shantaram” trovo una frase che mi colpisce:
“Personalità e identità sono come coordinate nella piantina di una città tracciate dall’intersecarsi delle nostre amicizie. Sappiamo chi e cosa siamo grazie ai punti di riferimento delle persone che amiamo, e dei motivi per cui le amiamo”
Do un ultima occhiata alla mail e ci trovo un bellissimo commento lasciato su facebook da un amica:”emozionarsi vuoi dire essere se stessi, essere se stessi vuol dire credere , credere vuol dire capire quanto possiamo cambiare le cose, cambiare vuol dire aver fiducia nell’infinito positivo evolvere.” grazie.

Quando guardo fuori dalla finestra vedo la luce, così esco e salgo sul tetto a godermi l’alba sul gange. Torno in camera e mi distendo sul letto, il corpo è anestetizzato ma la mente è lucida, mi lascio andare nelle braccia del sonno con fiducia, mentre sento che le mie labbra si distendono in un serafico sorriso.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...